100 Views |  Like

CONCERTO LIRICO

Duomo di Carrara
20/12/2017

La voce degli angeli

Alida Berti, soprano
Piero Giuliacci, tenore
Sergio Bologna , baritono
Giorgio Giuseppini, basso

M° Pietro Mariani, pianoforte

Quattro grandi interpreti di fama internazionale per un viaggio tra canti sacri e profani dedicati alla natività.

Alida Berti
Inizia gli studi in Toscana con il M° Valiano Natali.
Nel 1996 partecipa al Concorso Internazionale dell’Accademia delle Muse dove vince il premio per la migliore Voce.
Nel 1997 si diploma ai corsi di perfezionamento dell’Accademia Kairos di Verona, con i M° Monetti, Fussi, Canetti, Patti.
Nel 1998 e 1999, a Verona, debutta ne La Bohème di G. Puccini e L’elisir d’amore di G. Donizetti con la compagnia giovani cantanti diretta dalla M° Michela Forgione.
Dal 1998 ad oggi studia e partecipa alle Master Class del M° Jerzy Artysz prendendo parte a diversi concerti a Valencia in Spagna.
Nel 2001 e 2002 canta in numerosi Concerti e Gala per il Festival Pucciniano.
Nel 2003 svolge un’ intensa attività concertistica, invitata da numerosi circoli lirici italiani; nella stessa estate debutta in diverse basiliche, chiese, cattedrali italiane L’Exultate Jubilate di W. A. Mozart.
Nel 2004 al Teatro dell’Olivo di Camaiore (Lucca), è Rita nell’omonima opera di G. Donizetti con l’Orchestra Filarmonica di Carrara diretta dal M° Loprieno.
Nel 2004 e 2005 collabora con i direttori d’orchestra Carlo Bernini e Stefano Adabbo in una serie di Concerti; riceve il XII° premio Verdi d’Oro con Olga Borodina e Paolo Pecchioli.
Nel 2006 partecipa al Concerto per la Misericordia Nazionale con Lando Bartolini e Andrea Rola e al Concerto per il XIII° Verdi d’Oro con Norma Fantini e Massimiliano Fichera accompagnati dal M° Paolo Raffo.
Collabora con la D. G. F. Design e Claravox come testimonial prestando la voce e l’immagine per un esperimento unico nel suo genere.
Nell’autunno del 2006 canta in diversi concerti con il Circolo G. Verdi di Camaiore e con il “Circolo La Bohème” di Torre del Lago; collabora con l’Associazione Flam di Lucca e con l’orchestra del Teatro del Giglio diretta dal M° Stefano Adabbo, per tre concerti dello Stabat Mater di Luigi Boccherini.
Dal 2007 perfeziona il repertorio operistico con il M° Marco Balder con cui tiene importanti concerti.
Nel 2008 è stata selezionata dalla Sig.ra Cristina Muti ed ingaggiata dal Ravenna Festival per la produzione di Traviata di G. Verdi, diretta dal M° Patrick Fournillier.
Successivamente viene invitata a Parma dalla Fondazione Arturo Toscanini per una selezione dell’Opera La Traviata di G. Verdi diretta dal M° Patrick Fournillier.
Ha interpretato il ruolo di Musetta ne La bohème di G. Puccini al Festival “Il Serchio delle Muse di Bagni di Lucca”.
Prossimamente aprirà la serata televisiva del Premio Internazionale Michelangelo ripreso dalla Rai.
Nel 2009 tiene concerti di belcanto per l’Associazione Europa Arte e collabora con le Fondazioni
G.U.S. e U.E.C.U. di Milano, tenendo prestigiosi concerti alla Sala Verdi.
Nell’autunno 2009 ha interpretato, in occasione del Premio Verdi D’oro, Lucia di Lammermoor di G. Donizetti.
Successivamente ha interpretato La Cantica di San Benedetto di Jacob De Haan nell’Auditorium di San Romano in Lucca accompagnata dall’Orchestra di Prato, diretta dal Maestro Alessio Stabile.
Nell’agosto del 2011 ha cantato ne La Boheme di G. Puccini nel ruolo di Musetta al Festival Pucciniano di Torre del Lago.
In seguito tra il gennaio febbraio 2012 si è esibita presso il Teatro Carlo Felice di Genova nella produzione dell’Opera La Boheme nel ruolo di Musetta.
Nel giugno del 2012 ha avuto moltissimo successo nel ruolo di Valencienne ne La Vedova Allegra presso il Teatro Verdi di Trieste.

Sergio Bologna
Nato a Carrara, si diploma presso il Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia. Nel 1996 vince i concorsi “Battistini” ed “Iris Adami Corradetti”, debuttando Figaro ne Il Barbiere di Siviglia.
Dopo il debutto rossiniano il repertorio diventerà belcantista con particolare predilezione dei ruoli donizettiani. Al Teatro Donizetti di Bergamo nel 1997 e nel 1998, in occasione del bicentenario donizettiano, partecipa a tutte le produzioni in cartellone con Lucia di Lammermoor (Enrico), Don Pasquale (Malatesta), Adelia (Carlo), Il furioso all’Isola di Santo Domingo (Kaidamà), L’ira di Achille (Agamennone). Sempre nel 1997 debutta in entrambi i ruoli de L’elisir d’amore a Madrid.
Successivamente affronta anche il teatro pucciniano con Madama Butterfly, La Bohéme(Marcello e Schaunnard) Turandot e Manon Lescaut a Tel Aviv. Nello stesso anno al Teatro Sociale di Como debutta il suo primo ruolo verdiano ne Il Trovatore a cui seguiranno Rigoletto, La Traviata, Luisa Miller, Otello, Nabucco, Un ballo in maschera, Alzira, Simon Boccanegra, Aida, Attila, La forza del destino. A fianco di questi ruoli compaiono poi titoli del verismo come Cavalleria rusticana, Andrea Chenier, Adriana Lecouvreur (produzione del centenario dell’opera) e Pagliacci in cui alterna Tonio e Silvio al Teatro dell’Opera di Tel Aviv con la regia di F. Zeffirelli.
Nel gennaio 2005 ha partecipato alla prima ripresa in epoca moderna dell’opera I Normanni a Salerno di T.Marzano al Teatro Verdi di Salerno. Nel suo repertorio non manca V.Bellini (I Puritani) ed il teatro contemporaneo con Il gatto con gli stivali di M. Tutino in una produzione del Teatro dell’Opera di Roma, ruolo ripreso a Trapani nell’aprile 2008. Nel gennaio 2008 Carmina Burana di C. Orff in una lunga tournèe in Francia e in ottobre Ezio in Attila.
Nel 2009 è al Teatro Comunale di Bologna con Madama Butterfly (Sharpless), teatro dove torna nel 2010 con La Traviata (Germont) diretto dal M° M. Mariotti.
Nel gennaio 2010 è Rigoletto al Teatro Goldoni di Livorno e nello stesso anno affronta a Vienna un altro ruolo donizettiano con Maria Padilla. Giugno 2011 è  Amonasro nell’Aida-Kolossal allo stadio S.Siro di Milano, mentre al Festival Pucciniano di Torre del Lago veste i panni di Sharpless in Madama Butterfly per la regia di Takao Okamura.

Prosegue con Rigoletto a Mantova nel Palazzo Ducale, Madama Butterfly all’E.A. di Cagliari diretto da Julian Kovatchev e Rigoletto al Teatro Verdi di Pisa. Nel 2012 Torna al Comunale di Bologna nel ruolo di Germont, debutta al festival di Zvolen Slovacchia nell’opera Beatrice di tenda di Bellini in prima nazionale nel ruolo di Filippo, interpreta Rigoletto alla Soka Performing art Center di Los Angeles, nuovamente Filippo nella Beatrice di tenda al landestheater-niederbayern di Passau e i Carmina Burana al teatro Politeama di Palermo per la direzione di Martin Sieghart. Nel 2013 è Jago nell’Otello di Verdi al teatro Verdi di Pisa per la regia di Enrico Stinchelli, Rigoletto al Teatro Carlo Felice di Genova per la regia di Rolando Panerai, Cavalleria Rusticana (Alfio) e Messa di Gloria di Mascagni al teatro Rendano di Cosenza, Otello al Teatro Carlo Felice di Genova nel ruolo di Jago per la direzione di Andrea Battistoni e regia di Davide Livermore.
Ne 2014 è Scharpless in Madama Butterfly al Carlo Felice di Genova per la regia di Daniela Dessì e direzione Valerio Galli, Carlo Gerard in Andrea Chenier al teatro Verdi di Pisa, debutta come protagonista Gianni Schicchi e Tabarro al Slovene National Theatre di Maribon. Nell’estate 2014 debutta il ruolo di Giacomo in Giovanna D’Arco di G. Verdi presso il Festival Viva Verdi Opera On Air in Slovacchia. Nel 2015 è Nabucco al Teatro Verdi di Trieste per la direzione di Giampaolo Bisanti, De Siriex nell’opera Fedora di Umberto Giordano al Teatro Carlo Felice di Genova, Amonasro in Aida presso il Macedonia Opera Theatre di Skopje, Gianni Schicchi in diretta nazionale dal Teatro di Lubiana con l’orchestra sinfonica RTV Slovenija.
Nel 2016 interpreta Amonasro in Aida allestimento Zeffirelli per i teatri di Rovigo, Pisa e Livorno, torna al teatro Carlo Felice di Genova nel ruolo di Carlo Gerard in Andrea Chenier allestimento Pugelli, Amonasro in Aida al Festival di Spalato, Rigoletto al Teatro Verdi di Pisa, Gianni Schicchi presso il teatro il National Theatre di Kiew (Ucraina) e nello stesso ruolo al Teatro di Verdi di Pisa, conclude l’anno con Lucia di Lammermoor per il Luglio Musicale trapanese. Nel 2017 è Sharpless in Madama Butterfly al Teatro Coccia di Novara e Lescaut nella Manon Lescaut di Puccini nei teatri di Pisa, Livorno e Rovigo.
Il Conte di Luna ne Il Trovatore di Giuseppe Verdi nei teatri di Reggio Emilia, Modena e Pisa per la regia di Stefano Vizioli e la direzione di Andrea Battistoni.

Giorgio Giuseppini

Nato a Massa, ha iniziato lo studio del canto con Clara Foti e si è poi perfezionato sotto la guida di Carlo Badioli, Aldo Protti e Vittorio Rosetta. 

Nel 1991 ha vinto la prima edizione del Concorso Internazionale di Canto di Loano (Savona), ha cantato al Teatro Regio di Torino in due Messe di Mozart ed ha debuttato il ruolo del Conte nelle Nozze di Figaro al Teatro Cavour di Imperia. 

Ha successivamente avviato una brillante carriera operistica che lo ha portato sui principali palcoscenici internazionali. Tra le sue numerose interpretazioni si ricordano quelle delle verdiane Aida (a Caracalla ed al Théâtre du Capitole de Toulouse), Rigoletto (al Teatro Carlo Felice di Genova, a Treviso e Rovigo, al Teatro alla Scala ed all’Opera Giocosa di Savona), Il Trovatore (all’Opera di Roma, all’Opera Giocosa di Savona, al Teatro alla Scala ed al Maggio Musicale Fiorentino), Nabucco (al Teatro Carlo Felice di Genova ed allo Sferisterio di Macerata), La forza del destino (Teatro Regio di Torino), I Masnadieri (Piacenza), Macbeth (Jesi e Fermo), Don Carlo (al Teatro Massimo di Palermo, al Teatro alla Scala ed alla Nederlandse Opera di Amsterdam), Simon Boccanegra e Jérusalem (al Teatro Regio di Torino), I due Foscari (al Teatro alla Scala); di importanti lavori donizettiani quali Maria Stuarda (all’Opera di Roma), Lucia di Lammermoor (all’Opera Giocosa di Savona, allo Sferisterio di Macerata, al Teatro alla Scala), Caterina Cornaro (al Teatro Donizetti di Bergamo); di opere di Puccini quali Turandot (alla Royal Opera House-Covent Garden di Londra, a Genova, allo Sferisterio di Macerata, al Comunale di Bologna), La Bohème (al Teatro Coccia di Novara, a Vercelli ed Alessandria, al Teatro Carlo Felice di Genova ed all’Opéra de Nice), nonché di opere quali Sigismondo, Petite Messe Solennelle di Rossini, Medea di Pacini ed Il Barbiere di Siviglia all’Opera Giocosa di Savona, Norma (Teatro Carlo Felice di Genova, Marsiglia, Teatro Sociale di Como, Teatro Verdi di Trieste, Gran Teatre de Liceu di Barcellona ed a Trapani), Benvenuto Cellini al Teatro dell’Opera di Roma, Don Giovanni a Santiago del Cile ed all’Opera Giocosa di Savona, La Gioconda al Teatro alla Scala ed al Teatro Carlo Felice di Genova, Mosè in Egitto e Nabucco al Teatro alla Scala, Werther al Teatro Comunale di Bologna (oggetto di incisione per Decca), La Sonnambula (Conte Rodolfo) a Zurigo, Médée al Chatelet, Macbeth a Pisa, Pelleas et Melisande a Firenze, Simon Boccanegra nel circuito Pisa, Livorno,Lucca e Novara, Attila a Palermo.

Giorgio Giuseppini ha collaborato più volte con direttori quali Colin Davis, Daniele Gatti, Gianandrea Gavazzeni, Zubin Mehta, Riccardo Muti, John Nelson, Daniel Oren, Riccardo Chailly, Roberto Abbado e Frühbeck de Burgos.
I prossimi impegni prevedono Rigoletto e Simon Boccanegra a Napoli, Forza del Destino(Padre Guardiano)a Tel Aviv e Don Giovanni(Commendatore)in Dubai.