42 Views |  Like

Beppe Gambetta – Festival Con-Vivere 2018

Sagrato Chiesa del Suffragio - Carrara
8 settembre

CANTI e RICANTI
Canzoni sul lavoro e di lavoro in epoche e luoghi diversi di Beppe Gambetta (chitarra, voce)
con Riccardo Barbera (contrabbasso)

Il programma si muove lungo un filo trasversale sul quale artisti, musicisti e cantautori popolari hanno raccontato drammi, disagi e ingiustizie legati al lavoro. Si apre una riflessione in musica su quanto sia cambiato il mondo, ma le dinamiche legate al lavoro si ripropongano con scenari simili a volte peggiorati.
La forbice tra ricchezza e povertà descritta da Woody Guthrie in “Pastures Of Plenty” ai giorni nostri sembra essersi allargata. La disperazione per la mancanza di lavoro e povertà di “No Depression in Heaven” è tragicamente attuale, i morti per incidenti sul lavoro sono gli stessi della “Costruzione” (Chico Buarque de Hollanda) e di “Pablo” (Francesco De Gregori) e di tante canzoni simili precedenti. I campi di smistamento dei lavoratori giunti in California negli anni Trenta di cui Woody Guthrie canta in “Do, Re, Mi” assomigliano tragicamente alle città fantasma di lavoratori schiavi nel nostro Sud mentre “John Henry” con il suo “Old Hammer” simboleggia gli operai che perdono il lavoro soppiantati dalla macchina, proprio quello che oggi succede con le automazioni computerizzate. La conclusione non può che passare dalle canzoni di speranza che come “Union Maid” esortino alla consapevolezza e all’unità d’intenti.